LETTERA APERTA AL CONSIGLIO DI ZONA 9

ABITANTI DI VIA CORMANO, VIA PALMARIA, VIA CHIANCIANO VIA FABRIANO, VIA BRUSUGLIO, VIA ZANOLI

Nella persona della presidente Beatrice Uguccioni

Egregi Consiglieri, gentile Presidente, abbiamo preso atto con piacere della funzionalità della soluzione viaria, sebbene provvisoria, adottata in via Sbarbaro: ora senso unico da via Fermi verso via G. Pasta.

Questa soluzione dà finalmente una risposta concreta all’insostenibile situazione che si veniva a creare al semaforo del viale Enrico Fermi, in corrispondenza dell’incrocio con via Sbarbaro (ex doppio senso) e via Cormano (senso unico verso il viale) allorché da quest’ultima la interminabile fila di automezzi (provenienti da via Brusuglio, Pellegrino Rossi, Zanoli) a detto semaforo svoltavano a sinistra.

 

Succedeva che il flusso proveniente dalle due strade in senso opposto, a semaforo verde creavano uno stallo per il quale a malapena (una volta districata la situazione) passavano al massimo tre auto per volta per il sopraggiungere del segnale rosso, ostacolando anzi rendendo impossibile anche la svota a destra verso Maciachini.

 

Allora, come molti residenti lamentavano, nelle ore di punta l’asse Brusuglio-Cormano si intasava completamente e specialmente via Cormano si bloccava e non era raro che le ambulanze aspettassero anche decine di minuti prima che al semaforo si facesse spazio e avere così via libera. La stessa drammatica situazione di blocco al semaforo si creava per i mezzi che da viale Fermi dovevano (e devono) svoltare a sinistra in via Brusuglio, che non solo non riuscivano a procedere ma creavano anche pericolo di code al flusso della strada a scorrimento veloce qual è E. Fermi.

 

Ci sono stati anche casi drammatici di parenti (di via Palmaria, che sfocia in via Cormano) che scongiuravano gli automobilisti di fare largo al mezzo di soccorso che trasportava il loro congiunto da ospedalizzare. Per non contare i casi di malattie all’apparato respiratorio sull’asse Zanoli, Brusuglio, Cormano, per il persistere (complessivamente per ore) del fermo dei mezzi a motore acceso nelle vie, con molti casi di decessi per malattie tumorali. Potrebbe ora sembrare questa descrizione drammatizzante, ma vi assicuriamo che è la pura verità.

 

Quindi ci appare importante e fondamentale che venga definita e resa stabile l’attuale sistemazione (in via definitiva) della viabilità in via Sbarbaro, per evitare grossi intralci al traffico, ma costi più elevati, non solo alle casse del Comune (una nuova e più rispondente semaforizzazione e l’allargamento della svolta a destra verso Maciachini) ma anche per gravi problemi alla salute pubblica, che il traffico stagnante in queste strade gasificate per decenni ha provocato.

 

Pensiamo che una soluzione semplice e a costo zero, come è quella ora trovata per via Sbarbaro, che risolve un’annosa e grave questione non debba essere abbandonata, ma confermata e resa stabile per il decoro della nostra città e la salute di tanti cittadini.

Ci si riserva di portare altre giustificate motivazioni accompagnate da una cospicua raccolta di firme. Sicuri della vostra comprensione, inviamo distinti saluti

 

I cittadini di via Cormano, via Palmaria, via Chianciano, via Fabriano, via Brusuglio, via Zanoli

 

 

Marco Feliciani

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    afforese (lunedì, 15 settembre 2014 13:55)

    Bastava regolamentare il semaforo come è stato fatto sul pont
    e del galeazzi