ABC JUNIOR

gennaio 2015

Redazione ABC Junior – Milano 29 novembre 2014

Intervista ad Alessio Panarella (ZAC!) 

Invitati al mercato equo solidale di ZAC! abbiamo intervistato uno dei fotografi della mostra “ Child – il sorriso del mondo” tenutasi alla scuola elementare “Marie Curie” di Milano.


D_ -Ciao, come ti chiami?

R_-Mi chiamo Alessio Panarella.

 

D_-Come si chiama la cooperativa in cui lavori?

R_-KOINE' - Cooperativa Sociale Onlusdi Novate Milanese (MI)

 

D_ -Di che cosa ti occupi?

R_-Mi occupo di progetti di educazione ambientale nelle scuole medie ed elementari.

 

D_-Ci puoi parlare delle vostre attività per il sociale?

R_-Elaboriamo dei bellissimi progetti  che si sviluppano principalmente sul tema dei rifiuti. A seconda del progetto scelto dall’insegnante, si parte dalla raccolta differenziata fino ad arrivare al tema dell’acqua o un diverso tipo di rifiuto e si fa un progetto  “Ad Hoc” per ogni classe aderente.

 

D_-Secondo te, com’è la situazione ambientale in Italia? E’ una discarica abusiva? E’ terra dei fuochi?

Un problema a cui i bambini andrebbero sensibilizzati?

R_-Ci sono zone dove la raccolta differenziata funziona bene, siamo addirittura oltre ai parametri europei. Questo perché attraverso questi progetti nelle scuole  si sensibilizzano le nuove generazioni all’educazione ambientale, educando il bambino oggi si avrà un adulto coscienzioso domani, guadagnandoci tutti.

Per non incorrere in discariche abusive la chiave è ridurre al minimo quello che non puoi differenziare.

Se la raccolta differenziata funziona bene non ci  possono  discariche abusive.

L’indifferenziato dovrebbe  finire in discariche apposite.

 

D_-Ma gli animali stanno male con tutti questi rifiuti in giro?

R_- Gli animali non stanno male per la sporcizia in sé.  Se si lasciasse un sacchetto di plastica in giro, l’animale curioso potrebbe guardare dentro e rischiare di soffocare. O magari se è composto da materiali inquinanti potrebbero essere assorbiti dal terreno e al nascere di una pianta sarebbe mangiato da un animale facendogli male.

 

D_-Potresti raccontarci come si svolge un vostro progetto nelle scuole?

R_-Il tema principale sono i rifiuti, poi si può partire dalla carta o dal legno e si fanno laboratori.

Il primo incontro che si fa è più didattico, nel quale si parla della raccolta differenziata e dei materiali.

Negli altri due i laboratori sono più pratici, nel quale si spiegano, in maniera blanda, i procedimenti usati.

Partendo da cose da riciclo fino ad arrivare a nuovi oggetti.

 

D_- Grazie per aver accettato di rispondere alle domande di ABC JUNIOR

R_ - Grazie a voi.

 

                                                                                                                         Alessia De Mattia, 12 anni