In diretta dal Comitato Quartiere Comasina

La questione parcheggio

Il Comitato Quartiere Comasina chiede alle Istituzioni cittadine che vengano affrontati i disagi del Quartiere causati dal traffico veicolare proveniente dalle direttrici di Cormano e di Novate Milanese. L’apertura della Stazione M3 Comasina il 26 marzo 2011 ha avuto il pregio di avvicinare il quartiere, unitamente a tutta l’area circostante, ad altre parti della città. Nel contempo, non essendo stato predisposto un adeguato parcheggio di interscambio, è aumentato fortemente il peso del traffico sul quartiere ed a seguire sulle aree limitrofe. Il parcheggio recentemente aperto sopra la Stazione Capolinea M3 con i suoi 300 posti auto, viene ormai saturato sin dalle prime ore del mattino con le conseguenze che si possono facilmente immaginare.

In merito si invitano le Istituzioni cittadine, ASL compresa, a valutare l’attuale stato di abbandono dell’area, come risulta dalle immagini allegate. Tuttavia ci permettiamo di chiedere a quanti ritengono che, nel frattempo, non si possa fare alcun intervento, se è accettabile l’attuale situazione di degrado dell’area ex Case minime insieme al perdurante caos viabilistico tra soste improprie e caccia selvaggia a qualunque tipo di posteggio.

 

Considerazioni alla lettera dell’Assessore Granelli

 

Il Comitato Quartiere Comasina, nel ringraziarla per la lettera del 12 gennaio scorso e per i dati informativi in essa contenuti, ritiene altresì opportuno entrarne nel merito per fornire ulteriori elementi di riflessione. (…) Se l’intervento della Polizia Locale è servito a liberare le aree verdi sotto i ponti della tangenziale, e che sarebbe importante prendere in considerazione per un utilizzo come area verde e da mettere definitivamente in sicurezza, appare praticamente simbolica la loro presenza presso l’area di incrocio Teano/Comasina. (…) È possibile prendere in considerazione una modifica nei posizionamenti delle strisce pedonali? Oppure salvaguardare le stesse al termine di via Teano con dei dissuasori e con un semaforo a tutela di quanti devono attraversare nei pressi via Comasina? E perché non arretrare le aree di fermata dei bus 41 e 52 nelle preesistenti postazioni di fine via Teano, alleggerendo il traffico su via Comasina?