Villa Litta

Un sogno che si avvera…

Dopo una lunga attesa, mercoledì 22 aprile 2015, presso il Salone delle Feste della Biblioteca Affori, è stato esposto il progetto di ristrutturazione di Villa Litta.

Alla presentazione hanno partecipato Beatrice Uguccioni, presidente del Consiglio di Zona 9, Carmela Rozza, assessore ai Lavori Pubblici e all’Arredo Urbano, Marco Granelli, assessore alla Sicurezza e Coesione Sociale, gli architetti Silvia Volpi e Giovanni Rossetti del Comune di Milano e per ultimo, ma non meno importante, Luigi Ripamonti, storico di Affori.


Per anni la “nostra” Villa ha subito danni da parte di vandali, muri imbrattati da scritte varie e diverse sale chiuse al pubblico in stato di abbandono. Finalmente, con questo progetto, la nostra biblioteca avrà un aspetto migliore, le sale del piano terra saranno tutte ristrutturate e assegnate loro una nuova funzione. In particolare mi affascina lo spazio centrale che sarà la futura “sala cerimonie” e l’idea di potersi sposare in un luogo, che ha come sfondo bellissimi affreschi e circondata dal suo Parco che si estende per 76.000 mq, sarà molto suggestiva.


L’assessore Carmela Rozza ha gentilmente invitato la Redazione di ABC Junior a visitare il cantiere nel suo corso e noi abbiamo accettato volentieri questa opportunità.

Un grazie all’Associazione Anti-graffiti - Preserviamo Villa Litta Modignani in Affori, rappresentata dal coordinatore Ermes Gabriele, che ha ridipinto, sempre in maniera tempestiva, i muri dell’edificio rimuovendo scritte inutili e rendendo la Villa visibilmente più pulita.


Ella Grisendi, giornalista di ABC Junior, ha domandato alla presidente Uguccioni se nel progetto di ristrutturazione sarà compresa anche l’illuminazione del Parco: ci ha risposto che la società A2A ha in mente un piccolo progetto a riguardo. Illuminare il Parco sarebbe un passo in più per la sicurezza e la possibilità di viverlo anche di sera nelle estati calde milanesi. Questi lampioni però dovrebbero essere alti per evitare che vengano presi a sassate come è successo ai vecchi lampioncini presenti prima.


Non vedo l’ora che il restauro inizi per poter ammirare di nuovo, in tutto il suo splendore, questa meravigliosa Villa densa di storia afforese.


Alessia De Mattia, 12 anni