NOTIZIE E LETTERE DEI NOSTRI LETTORI

Se vuoi segnalare un fatto, un evento o un'opinione clicca qui


Degrado e inciviltà a Villa Litta

Buongiorno, vi mando due immagini che riassumono alcuni degli aspetti di degrado che continuano a caratterizzare il Parco di Villa Litta proprio per colpa di noi cittadini. La situazione appare ancora più stridente alla luce della nuova immagine della Villa sia per il restauro che per le iniziative che la coinvolgono (Biblioteca e Villa Viva!).

Prima immagine: la presenza dei cani nelle aree che dovrebbero essere riservate agli esseri umani; presenza non casuale ma voluta, per permettere agli animali di correre liberi ed ai proprietari di socializzare, evitando le aree riservate ai cani in quanto maleodoranti per la mancanza di pulizia da parte dei proprietari stessi.

Seconda immagine: le macchine parcheggiate sempre più intensamente all’interno del parco anche quando non sono esplicitamente autorizzate, come recita il cartello all’ingresso. Va anche notato che l’intenso via vai genera in continuazione buche nel viale e polvere per aria. Al primo problema si sopperisce coprendo con nuovo terriccio, al secondo respirando le particelle di polvere sollevata. La domanda è: è mai possibile che nessuna autorità competente se ne accorga? Deve essere tutto sempre lasciato all’interesse di pochi che a dispetto di norme e regolamenti pensano solo al proprio tornaconto? Grazie per l’attenzione e per l’occasione cordiali saluti.

 

Maurizio Rosi

Parco giochi per bimbi di via Fabriano

L’inciviltà e la maleducazione la fanno da padroni

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, facendo presente che più di una volta ABC ha pubblicato passate segnalazioni fatte dalla nostra attenta lettrice, che ancora ringraziamo. Facciamo però presente che noi giornale non siamo del Comune o del CdZ, ma solo organo d’informazione indipendente, senza  poteri amministrativi. Segnaliamo comunque ancora una volta al CdZ 9 questi fatti, facendo nostro l’appello della signora Anna al civismo dei cittadini e evidenziando il concetto che le cose pubbliche non sono di nessuno, ma sono nostre, perché ogni intervento di rifacimento e pulizia è pagato con i soldi di tutti i milanesi, compresi i genitori dei vandali. 

 

Gentile Redazione di ABC, vorrei segnalarvi l’incuria e il menefreghismo che regnano incontrastate da un bel po’ di tempo a questa parte. Vi avevo segnalato gli atti vandalici continui sui giochi del piccolo parchetto vicino alla scuola di via Fabriano, dove vanno a giocare i bambini all’uscita verso le ore 16.30. Nonostante io vi abbia segnalato la devastazione dello scivolo arancione completamente scritto con parole anche oscene, non ho notato nessun miglioramento, né tantomeno la pulizia decente e non fatta di malavoglia. Dare due mani in più di vernice non sarebbe male, come mettere qualcosa di trasparente, onde impedire che vengano nuovamente imbrattati i giochi, fontanella compresa, per non parlare delle scritte per terra. Tutto questo ad opera dei soliti ignoranti, che  vengono lasciati fuori casa fino anche alle 21-21.30 di sera. Hanno fra i 12 e i 17 anni, si dondolano sulle altalene in piedi, attorcigliando le catene e arrivando anche a romperle. Indisturbati, giocano a pallone dove ci sono i bambini, mentre i genitori parlano e sono distratti, rischiando anche di far loro del male. In più di una occasione i genitori li hanno richiamati più volte, ma essi se ne fregano altamente e continuano a fare quello che vogliono. Entro un certo orario va chiuso come vanno sistemate alcune sbarre (della recinzione, ndr) divelte, dove possono entrare senza che nessuno li veda. Mi auguro che con questo articolo prendiate severi provvedimenti. Vi ringrazio per la cortese collaborazione e vi porgo distinti saluti.

Lettera firmata

Attenzione ai truffatori

Con piacere pubblichiamo una e-mail che ci giunge da una nostra lettrice

Abito in Zona 9 (Bovisasca) e segnalo quanto segue perché, se possibile, se ne dia pubblicità, in 

modo da allertare il più possibile rispetto alle truffe telefoniche. Il 17 febbraio, intorno alle ore 13.15, sono stata contattata telefonicamente da qualcuno, di cui non mi compare il numero telefonico: un sedicente “mio caro nipote”. Non so quale fosse la sua richiesta perché l’ho mandato a quel paese. Ho telefonato al 112, che mi ha messo in comunicazione con il comando dei Carabinieri di Affori, i quali mi hanno detto di non poter far nulla in queste situazioni. Segnalo la cosa perché si dia, se possibile, pubblicità a fatti analoghi per mettere in guardia i lettori da truffe di questo tipo. Ringrazio per l’attenzione e saluto.

Lettera firmata

Riapre la posta di via Pirelli


L'associazionebicocca.org è lieta di comunicarci che dal 28 luglio ha riaperto la posta di Via Pirelli al servizio dei cittadini.


Egregi redattori di ABC,

Desidero farVi partecipi della situazione in cui versano le presunte "aiole" che trovasi all'ingresso/uscita lato Comasina della Stazione delle Ferrovie NORDMILANO.
Vi allego a tal fine qualche fotografia scattata in questi giorni ai "aiole" in questione che, manco a dirlo, si trovano in un totale stato di abbandono.
Il fatto si nota molto anche perche' le aiole comunali limitrofe sono tenute in buon ordine il che fa presupporre che le aiole ,confinanti direttamente con la stazione delle NORD,
siano di proprieta' della stessa e cha siano le NORD ad ignorare qualsiasi tipo di manutenzione, quale il taglio delle erbacce ormai giunte ad altezze rilevanti. 
Nulla e' mai stato fatto a dette aiole sin dal giorno di inaugurazione della stazione due anni or sono.
Richiamo inoltre la Vs attenzione sul limitrofo spazio a forma triangolare ove e' ubicata un'installazione del metano.
Questo spazio diventato un parcheggio selvaggio ed una discarica abusiva e' costantemente ignorato dlla Nettezza Urbana, dalle ditte incaricate della manutenzione dei parchi e giardini ed e'un insulto
alla civile convivenza in una citta' che si vanta ogni giorno dei prossimi 15milioni di visistatori.
il piano di calpestio, previsto per erba, ha ceduto e quandopiove diventa una palude a cielo aperto dove l'acqua sosta per giorni. 
Auto vengono parcheggiate a ridosso del manufatto del Metano rendendolo di fatto inaccessibile e si potrebbe continuare.
Spero che tramite Voi ed un Vs interessamento con il consiglio di zona 9, si possa ottenere che questa VERGOGNOSA situazione venga risolta quanto prima possibile.
Vi ringrazio per l'attenzione che porrete al problema e cordialmente Vi saluto.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                             Giampiero Lunghi


Questa notte sono stati dati alle fiamme i giochi nel parco Torregiani tra via Maffucci e via Baldinucci da ignoti vandali. Putroppo chi ci perde sono i bambini che non posso più usufruire dei giochi ed il costo a carico dei cittadini per il ripristino.


Spett.le Redazione di ABC,

 

con la presente mi associo ad altre proteste pervenutevi e riguardanti il degrado dei marcaipiedi a Bruzzano.  Sono a conoscenza di persone anziane che hanno subito infortuni al seguito di cadute sui malconci e stretti marciapiedi del quartiere. Queste persone si sono rivolte al Comune di Milano per presentare il loro caso in vista di una qualche forma di indennizzo ed hanno ricevuto risposte del tipo: "..Dovevate fare piu` attenzione".

 

Io penso che sia una risposta inaccettabile poiche` la possibilita` di passeggiare in sicurezza e comodita`, anche da arte di una persona anziana, sia un requisito elementare di un quartiere, seppur "popolare" e "periferico".

Sarebbe cosa utile intraprendere un'azione legale comune da parte di chiunque abbia subito danni di questo tipo.

 

A parte la sicurezza, I maricapiedi di Bruzzano sono scomodi e sporchi.

Le migliorie alla vivibilita` dei quartieri piu` centrali (seppur popolari) di Dergano ed Affori, date dall'allargamento dei marciapiedi, a volte con piantumazione e creazione di pista ciclabili sono ferme da anni e non vanno oltre la Via Pellegrino Rossi, mentre a Bruzzano, solo guardando la  Via Fontanelli dove abito, si puo` notarecome nella zona dei negozi il marciapiede sia angusto e beffardamente accompagnato da una doppia fila di panettoni, ottima soluzione per togliere spazio ai pedoni ed alle auto e fare da ricettacolo alla sporcizia...

Non solo: una parziale asfaltatura di Via della Senna (non dei marciapiedi ovviamente) ha nascosto le strisce pedonali all'angolo con Via Fontanelli , e lo spazio "disponibile" e` stato subito preso dale auto in sosta..

Vi salute nell'augurio che la Circoscrizione o il Comune possano porgere "orecchio" a queste proteste e tenerne conto nella politica di quartiere.

 

 

 

Marco Fontana


Gentile Redazione di ABC,

 

con la presente voglio far notare il degrado dei marciapiedi nel quartiere di Bruzzano dove abito da più di trent’anni.

Mi capita spesso di camminare per il quartiere ed in particolare in via Rapisardi dove i marciapiedi sono pieni di buche(più volte rattoppate con svariate asfaltature), avvallamenti e pendenze.

Avendo genitori anziani, mi rendo conto che queste deformazioni mettono a rischio l’incolumità delle persone.

 

Poiché nel nostro quartiere risiede l’Assessore alla sicurezza Marco Granelli mi sembra alquanto strano che non venga preso in considerazione questo problema.

In più ho notato che recentemente è stata asfaltata, sembra inutilmente perché era ancora in buono stato, la strada che circonda il Parco Nord nella zona davanti al Cimitero di Bruzzano e fino all’ Ospedale Galeazzi.

 

 

Non sarebbe il caso di dare la precedenza al rifacimento e alle asfaltature dei punti dove sono presenti dei segni evidenti di degrado e ammaloramenti?

Spero che riceviate e volentieri mi vogliate pubblicare questa mia mail.

Grazie.

 

Dott.ssa Rosella Galimberti


Carissimi,

la presente per sensibilizzare il Comune o comunque l'Ente preposto  relativamente ad un un problema abbastanza sentito dalla cittadinanza...

Proprio in questo periodo Milano è piena di infiorescenze di pioppo che svolazzano nell'aria rendendo difficile la respirazione a chiunque e che causano non pochi problemi respiratori soprattutto a chi è allergico.

Invio qualche foto per evidenziare come il problema è particolarmente grave in alcune zone, come nel quartiere di Bruzzano tra via del Tago, via Fontanelli, via della Marna, in cui in questo periodo c'è una vera e propria invasione di pollini ed in cui sono situate delle strutture molto frequentate da bambini e ragazzi, oltre che da adulti e anziani: un parco giochi, un asilo nido, una scuola secondaria di primo grado, abitazioni e negozi...Non si possono sostituire questi alberi con altri meno "allergizzanti?".

 

Grazie per l'attenzione Mariateresa Peluso.