9° Concorso letterario "Un racconto breve" (edizione 2018-19)

8° concorso letterario ABC

“Un racconto breve”

La Cerimonia di Premiazione

La cerimonia di premiazione del concorso letterario Un racconto breve di ABC è da sempre anche l’occasione per i partecipanti di incontrarsi come potenziali scrittori e per i cittadini incrociare praticanti e amanti della letteratura, oltre che esponenti del mondo della cultura, quella a noi più vicina, a portata di mano e che è possibile definire popolare. «Accesso popolare alla letteratura» è, infatti, il senso di questo concorso, perché il raccontare, e più in particolare lo scrivere, è un fatto prettamente intimo e individuale e nella sua espressione più ampia abbraccia tutte le più diverse sfaccettature del mondo esterno e interno dell’uomo.

Quest’anno la Giuria Tecnica è stata formata da Cesare Moreno, presidente dell’Associazione Maestro di strada onlus, consulente dal 1994 al 1996 del Ministero della Pubblica Istruzione e che ha varato a Napoli il Piano Provinciale di lotta alla dispersione scolastica, dalla scrittrice Laura Spoldi, autrice tra gli altri del romanzo Caterina e gli altri, e dallo scrittore Michele Francipane, autore tra gli altri del Dizionario ragionato dei Santi (purtroppo non presente per problemi personali).

Ha aperto la cerimonia di premiazione il presidente del Municipio 9, Giuseppe Lardieri, che ha espresso con forza suggestiva, in qualità di grande appassionato della lettura, l’importanza di questa pratica letteraria, che porta ad ulteriori conoscenze ed orizzonti, ma anche per chi scrive, come momento particolarmente intimo, un modo per confrontarsi con se stesso e, magari, scoprire anche qualcosa in più della propria personalità. Laura Spoldi ha “raccolto” invece i racconti del concorso sottoposti alla sua attenzione come un dono «a maggior ragione se a farlo è uno sconosciuto che facendo ciò apre il suo cuore» e ha ringraziato tutti i partecipanti del grande atto di generosità e di coraggio.

Il Maestro di strada Cesare Moreno ha raccontato allo stesso modo, ma su un livello molto diverso e particolare, quanto possa essere a volte catartica la scrittura per dei ragazzi situati ai margini estremi, culturali e sociali, della società, dove il mondo interiore non si distingue molto, anzi molto spesso si confonde con il grigiore e la violenza dei luoghi in cui vivono. Con un altro punto di vista è intervenuta anche Beatrice Uguccioni, vicepresidente del Consiglio Comunale, che ha sottolineato quanto la magnificenza del Salone delle Arti della Biblioteca dia rilievo agli eventi in essa celebrati, esaltandone la bellezza e, in quella situazione particolare del racconto, amplificando il potere evocativo delle parole. «Una perla, Villa Litta, che da secoli dona splendore ad Affori» ha aggiunto Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente, «dà valore a tutto ciò che in essa si svolge, soprattutto dalla sua ristrutturazione e riconsegna al territorio dei locali al piano terra». Per la Giuria Popolare è intervenuta per un saluto la professoressa Concetta Piazzetta, presidente del Circolo Culturale Italo Calvino, che intervenendo sulla scrittura ha posto al pubblico presente in sala due quesiti fortemente stimolanti e carichi di riflessioni sul «perché si scrive e soprattutto, perché non si scrive?». Per l’associazione La Prima Pietra, presente Giordano Martinelli, la presidente Marina De Col e altri due attori del gruppo teatro dell’associazione, Lucia Gattuso e Andrea Caiani, sono stati le voci narranti delle letture recitate dei due racconti vincitori delle due Giurie (Tecnica e Popolare): La processione di San Rocco e Il ragionier Gianni.

Per l’Associazione Amici di ABC, oltre al presidente Giovanni Russo, che ha introdotto e dato il via alla cerimonia di premiazione e al successivo mio intervento riguardante il lavoro svolto dalle Giurie, erano presenti Tecla Palumbo, Barbara Papagno, che ha realizzato il servizio fotografico della manifestazione e consegnato gli attestati di partecipazione ai primi dieci autori classificati dalla Giuria Popolare e di seguito a tutti i partecipanti presenti. Gli intervenuti sono stati alfine ringraziati e salutati con qualche dolcezza (un sobrio e gradevole buffet di biscotti, caramelle e cioccolatini) curato dalle nostre Elisabetta Corticelli e Lidia Gessaroli della Redazione di ABC.

 

Alida Parisi